lunedì 03 agosto 2020

Tematismi
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Acque adibite a Consumo Umano Home Page/Acque:Consumo Umano


ACQUE DESTINATE AL CONSUMO UMANO

Le Acque destinate al consumo umano NEI COMUNI MOLISANI

I Dipartimenti Provinciali di Campobasso e di Isernia dell’ARPA Molise sono impegnati nella realizzazione di un obiettivo ambizioso in materia di qualità delle acque per il consumo umano: la pianificazione di nuove procedure di analisi adatte al proprio territorio.
A tale scopo, è stato costituito un gruppo di lavoro regionale che ha elaborato un documento denominato “Linee Guida per l'attuazione del Decreto Legislativo 2 febbraio 2001, n. 31 – Organizzazione del controllo sanitario delle acque destinate al consumo umano e criteri per la gestione dei casi di non conformità”. Il lavoro è stato realizzato dal Servizio Regionale Sicurezza Alimentare insieme agli altri Servizi Regionali, ai Dipartimenti di Prevenzione dell’ASREM, all'ARPA Molise, all'ATO regionale, all’Azienda “Molise Acque”.
Un costante monitoraggio, grazie alle metodiche avanzate individuate dall'Istituto Superiore di Sanità, protegge il consumatore dal rischio di bere acque contaminate.
L'ARPA Molise, d'intesa con l’ASREM, collabora con il Gestore del Servizio idrico integrato e con l'Autorità d'ambito per assicurare il rispetto dei requisiti chimici e microbiologici delle acque erogate alle popolazioni.
Le verifiche sono organizzate in modo da individuare tempestivamente le situazioni di rischio. Esse si articolano in controlli di routine e controlli di verifica, differenti tra loro per quantità di indagini analitiche e frequenza di campionamenti. Entrambe le analisi forniscono importanti informazioni sulla qualità organolettica e microbiologica dei campioni ed accertano che siano rispettati i parametri imposti dalla normativa.
Ad oggi, sono 645 i punti di campionamento esaminati: 430 controllati dal Dipartimento di Campobasso e 215 dal Dipartimento di Isernia.

FREQUENZA DEI CONTROLLI
Presso i punti di campionamento, i tecnici dei Dipartimenti provinciali effettuano prelievi e analisi con il timing previsto dal D. Lgs. 31/2001.

Fonti di approvvigionamento
Comune di Campobasso
Sorgenti: Foce, Monteverde e del Molisano destro (Riofreddo, Pietre Cadute, S. Maria dei Rivoli)
Comune di Termoli
Invaso del Liscione
Comune di Bojano
Sorgente: S. Maria dei Rivoli
Comune di Trivento
Sorgenti del Molisano Sinistro (S. Mauro e S. Onofrio)
Comune di Isernia
Sorgenti: San Martino, San Anastasio, Fonte La Gatta, Riaina
Comune di Venafro
Sorgenti: Campate e Forme, San Bartolomeo

SISTEMA DI DISINFEZIONE UTILIZZATO
A Campobasso, Isernia, Bojano e Venafro, l'acqua, prima di essere distribuita, subisce un processo di disinfezione a base di ipoclorito di sodio per garantire l'assenza di microrganismi. Questo trattamento viene costantemente controllato, in modo che il consumatore non riscontri un eccesso di disinfettante. Le acque dell’invaso del Liscione, che sono distribuite alla maggior parte dei comuni del Basso Molise attraverso l’omonimo acquedotto, sono sottoposte a vari trattamenti di potabilizzazione con disinfezione finale a base di cloro.

LE PRINCIPALI CARATTERISTICHE DELLE acque POTABILI nei comuni di:
 Campobasso, Termoli, Bojano, Trivento, Isernia e Venafro

La città di Campobasso è servita da reti idriche alimentate da acqua di sorgente le cui caratteristiche chimiche principali presentano i seguenti valori medi:

Acquedotto molisano destro

Fluoruri

F-

mg/l

0.10

Cloruri

Cl-

mg/l

6.00

Nitrati

NO3-

mg/l

1.90

Solfati

SO4=

mg/l

2.40

Alcalinità

HCO3-

mg/l

155.50

Calcio

Ca++

mg/l

44.00

Magnesio

Mg++

mg/l

4.70

Sodio

Na+

mg/l

1.22

Potassio

K+

mg/l

0.36

Residuo fisso a 180°C

 

mg/l

154.00

Sorgente Foce

Fluoruri

F-

mg/l

0.15

Cloruri

Cl-

mg/l

33.20

Nitrati

NO3-

mg/l

2.40

Solfati

SO4=

mg/l

13.40

Alcalinità

HCO3-

mg/l

405.90

Calcio

Ca++

mg/l

130.80

Magnesio

Mg++

mg/l

8.68

Sodio

Na+

mg/l

13.80

Potassio

K+

mg/l

2.43

Residuo fisso a 180°C

 

mg/l

434.00

Sorgente Monteverde

Fluoruri

F-

mg/l

0.18

Cloruri

Cl-

mg/l

10.90

Nitrati

NO3-

mg/l

1.30

Solfati

SO4=

mg/l

6.30

Alcalinità

HCO3-

mg/l

323.50

Calcio

Ca++

mg/l

98.50

Magnesio

Mg++

mg/l

3.53

Sodio

Na+

mg/l

6.60

Potassio

K+

mg/l

1.20

Residuo fisso a 180°C

 

mg/l

295.00

L’acquedotto comunale di Bojano nasce dalla Sorgente Santa Maria dei Rivoli, le cui acque  manifestano le seguenti peculiarità chimiche medie:

Cloruri

Cl-

mg/l

5.50

Nitrati

NO3-

mg/l

2.00

Solfati

SO4=

mg/l

2.90

Alcalinità

HCO3-

mg/l

145.50

Calcio

Ca++

mg/l

48.30

Magnesio

Mg++

mg/l

5.10

Sodio

Na+

mg/l

2.30

Potassio

K+

mg/l

0.60

Residuo fisso a 180°C

 

mg/l

160.10

Il comune di Termoli e alcuni comuni del basso Molise vengono riforniti dall’acquedotto del Liscione con le acque trattate dell’invaso di Guardialfiera, che presentano caratteristiche chimiche con i seguenti valori medi:

Cloruri

Cl-

mg/l

42.70

Nitrati

NO3-

mg/l

3.20

Solfati

SO4=

mg/l

59.70

Alcalinità

HCO3-

mg/l

135.00

Calcio

Ca++

mg/l

50.60

Magnesio

Mg++

mg/l

12.10

Sodio

Na+

mg/l

34.90

Potassio

K+

mg/l

5.90

Residuo fisso a 180°C

 

mg/l

220.00

Il comune di Trivento è servito dall’acquedotto Molisano Sinistro che distribuisce acqua con  i seguenti valori chimici medi:

Sorgente S. Mauro

Cloruri

Cl-

mg/l

7.00

Nitrati

NO3-

mg/l

1.90

Solfati

SO4=

mg/l

5.60

Alcalinità

HCO3-

mg/l

292.8

Calcio

Ca++

mg/l

86.90

Magnesio

Mg++

mg/l

2.00

Sodio

Na+

mg/l

4.80

Potassio

K+

mg/l

1.00

Sorgente S. Onofrio

Cloruri

Cl-

mg/l

6.30

Nitrati

NO3-

mg/l

2.60

Solfati

SO4=

mg/l

6.10

Alcalinità

HCO3-

mg/l

219.6

Calcio

Ca++

mg/l

590

Magnesio

Mg++

mg/l

4.30

Sodio

Na+

mg/l

5.50

Potassio

K+

mg/l

1.00

La città di Isernia è alimentata dalle acque di varie sorgenti che alle analisi chimiche hanno manifestato le seguenti caratteristiche di composizione media:

Sorgente S. Martino

Cloruri

Cl-

mg/l

10.20

Nitrati

NO3-

mg/l

3.00

Solfati

SO4=

mg/l

9.90

Alcalinità

HCO3-

mg/l

244.00

Calcio

Ca++

mg/l

67.40

Magnesio

Mg++

mg/l

7.20

Sodio

Na+

mg/l

5.70

Residuo fisso a 180°C

 

mg/l

248.00

Sorgenti S. Anastasio e S. Martino (miscelate)

Cloruri

Cl-

mg/l

10.70.

Nitrati

NO3-

mg/l

3.20

Solfati

SO4=

mg/l

10.00

Alcalinità

HCO3-

mg/l

254.00

Calcio

Ca++

mg/l

66.00

Magnesio

Mg++

mg/l

7.10

Sodio

Na+

mg/l

5.80

Residuo fisso a 180°C

 

mg/l

255.00

Sorgente S. Anastasio

Cloruri

Cl-

mg/l

13.70

Nitrati

NO3-

mg/l

3.50

Solfati

SO4=

mg/l

10.80

Alcalinità

HCO3-

mg/l

278.00

Calcio

Ca++

mg/l

77.20

Magnesio

Mg++

mg/l

7.00

Sodio

Na+

mg/l

5.90

Residuo fisso a 180°C

 

mg/l

277.00

Sorgente La Gatta

Cloruri

Cl-

mg/l

8.30

Nitrati

NO3-

mg/l

1.40

Solfati

SO4=

mg/l

4.00

Alcalinità

HCO3-

mg/l

245.00

Calcio

Ca++

mg/l

70.00

Magnesio

Mg++

mg/l

3.10

Sodio

Na+

mg/l

2.80

Residuo fisso a 180°C

 

mg/l

234.00

Sorgente Riaina

Cloruri

Cl-

mg/l

9.60

Nitrati

NO3-

mg/l

0.60

Solfati

SO4=

mg/l

5.80

Alcalinità

HCO3-

mg/l

232.00

Calcio

Ca++

mg/l

69.80

Magnesio

Mg++

mg/l

1.90

Sodio

Na+

mg/l

3.00

Residuo fisso a 180°C

 

mg/l

231.00

Le acque potabili distribuite nel comune di Venafro presentano i seguenti valori medi dei principali parametri chimici:
Sorgente Campate e Forme

Cloruri

Cl-

mg/l

5.50

Nitrati

NO3-

mg/l

1.50

Solfati

SO4=

mg/l

2.70

Alcalinità

HCO3-

mg/l

147.00

Calcio

Ca++

mg/l

44.60

Magnesio

Mg++

mg/l

1.50

Sodio

Na+

mg/l

0.90

Residuo fisso a 180°C

 

mg/l

150.00

Sorgente S. Bartolomeo

Cloruri

Cl-

mg/l

8.40

Nitrati

NO3-

mg/l

2.60

Solfati

SO4=

mg/l

4.80

Alcalinità

HCO3-

mg/l

333.00

Calcio

Ca++

mg/l

77.90

Magnesio

Mg++

mg/l

22.40

Sodio

Na+

mg/l

1.60

Residuo fisso a 180°C

 

mg/l

303.00


Tutte le acque erogate nella regione Molise risultano potabili e, in base ai dati analitici ottenuti, evidenziano caratteristiche di qualità tali da poter essere assimilate ad acque:

  • Oligominerali: per il tenore dei sali minerali, espresso come residuo fisso a 180 °C, inferiore a 500 mg/l;
  • Povere di sodio: per la concentrazione di ione sodio inferiore a 20 mg/l;
  • Non bicarbonatiche: perché contenenti bicarbonato in quantità inferiore a 600 mg/l;
  • contenenti ioni calcio, magnesio e solfato in concentrazioni inferiori ai limiti minimi per essere considerate calciche, magnesiache, solfatate.

Informazioni più dettagliate sulla composizione delle acque regionali o sulle caratteristiche peculiari di talune sorgenti, possono essere richieste presso i Dipartimenti di Campobasso ed Isernia contattando direttamente gli operatori attraverso il numero telefonico dei rispettivi laboratori chimici e microbiologici.