lunedì 03 agosto 2020

Tematismi
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Acque Sotterranee introduzione Home Page/Acque: Sotterranee

ACQUE SOTTERRANEE
 

La Regione Molise al fine della piena attuazione del D.L.vo 152/99, con particolare riferimento all’orientamento degli strumenti di pianificazione a scala di bacino, e in risposta alla Direttiva Nitrati (917676/CEE) e alla Direttiva delle acque Reflue Urbane (91/271/CEE), ha affidato all’ARPA Molise il compito di realizzare la rete di monitoraggio regionale delle acque sotterranee, con Delibera Regionale n. 136 del 10/02/2003.

In materia di acque sotterranee, infatti, la Regione registra una carenza di dati analitici ed informazioni ambientali specifici tale da richiedere un tempestivo intervento operativo, atto a colmare la lacuna esistente. Da ciò, con il progetto denominato “Progetto monitoraggio e studio delle acque superficiali interne e sotterranee”, l’ARPA Molise ha inteso raggiungere un livello ottimale di conoscenza dell’assetto idrogeologico regionale in relazione ai principali acquiferi ed ai punti d’acqua esistenti (pozzi, sorgenti, …etc.), al fine dell’attivazione di un’adeguata rete di monitoraggio e controllo.

Le azioni progettuali preventivate si sono caratterizzate per la pianificazione di una fase, a carattere conoscitivo e preparatorio, propedeutica alla progettazione vera e propria, e volta a garantire un’adeguata ed ottimale definizione della funzionalità della rete a regime. Solo partendo dalla ricostruzione delle caratteristiche idrogeologiche regionali, in particolare delle aree ritenute più a rischio, ed in seguito alla costruzione di un catasto anagrafico dei punti d’acqua già esistenti, è stato possibile individuare una preliminare rete di punti di campionamento significativi dal punto di vista della vulnerabilità litologica ed in relazione alle pressioni antropiche esistenti.

Dai risultati scaturiti dall’analisi appena citata, ed in particolare in base alle criticità evidenziate, è stata calibrata la rete di monitoraggio delle acque sotterranee molisane. Tale rete, nel pieno della propria funzionalità, permetterà la registrazione dei cambiamenti e delle modifiche, nel tempo, dei sistemi acquiferi.

Il progetto, della durata di tre anni, allo stato attuale è in piena fase operativa in quanto si sta provvedendo all’effettuazione dei dovuti campionamenti, delle analisi dei parametri chimico-fisici, microbiologici, biologici ed ecotossicologici, delle prime valutazioni, al fine ultimo della verifica della bontà della scelta dei punti di campionamento individuati.