lunedì 03 agosto 2020

Tematismi
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Home Page/EMAS

EMAS


Rete EMAS
materiale informativo

Regolamento EMAS

Il Regolamento EMAS (Environmental Management and Audit Scheme) è stato approvato nella sua prima versione nel 1993 (Regolamento CEE n. 1836/93). E' uno strumento di gestione ambientale che prevede l'adesione volontaria delle imprese ed organizzazioni in genere ad un sistema di Ecogestione ed Audit, puntando sulla responsabilizzazione e sul forte coinvolgimento delle stesse, fino ad arrivare alla registrazione ambientale. La corretta applicazione della procedura EMAS prevede il rispetto, da parte delle organizzazioni che intendono aderire al sistema, dei seguenti principi:

  • Completo rispetto della normativa ambientale applicabile dall'organizzazione;
  • Miglioramento continuo delle prestazioni ambientali;
  • Implementazione di un sistema di gestione ambientale;
  • Corretta comunicazione interna ed esterna mediante l'elaborazione di un documento chiamato "dichiarazione ambientale";
  • Formazione del personale.

Quando un'organizzazione aderisce al Regolamento EMAS deve compiere dei passi obbligatori che rappresentano le azioni fondamentali per giungere al conseguimento della registrazione EMAS. Tali azioni sono:

  • Definire una politica ambientale;
  • Effettuare un'analisi ambientale del sito;
  • Definire un programma ambientale da perseguire indicando traguardi ed obiettivi da raggiungere;
  • Implementare un sistema di gestione ambientale;
  • Riesaminare il sistema di gestione ambientale;
  • Redigere una dichiarazione ambientale;
  • Far convalidare la dichiarazione ambientale da un verificatore ambientale accreditato;
  • Registrare il sito.

La registrazione EMAS è una procedura di natura pubblica curata da uno specifico organismo presente in ogni stato membro dell' Unione Europea e denominato in generale "organismo competente". In Italia l'organismo competente è il Comitato per l'Ecolabel e per l'Ecoaudit.

La revisione del Regolamento EMAS

Il Comitato per l'Ecolabel e l'Ecoaudit, istituito con il Decreto del Ministero dell'Ambiente n. 413 del 5 agosto 1995, ha provveduto a svolgere l'attività di revisione del Regolamento EMAS n. 1836/93, secondo le indicazioni dell'articolo 19 dello stesso regolamento. Tale attività si è conclusa nel 1998.

Le novità fondamentali scaturenti da tale revisione sono essenzialmente le seguenti:

  • allargamento della registrazione EMAS a tutti i settori, anche non industriali;
  • promozione dell'adesione al sistema di ecogestione da parte delle piccole imprese e delle imprese artigiane;
  • l'invito agli Stati membri di tener conto della registrazione EMAS nella predisposizione della legislazione ambientale e nei relativi controlli
  • ;il maggiore coinvolgimento dei dipendenti dell'impresa in ogni fase relativa all'implementazione ed attuazione del sistema;
  • riconoscimento della norma internazionale UNI EN ISO 14001 nella procedura di registrazione EMAS per quanto riguarda l'implementazione del sistema di gestione ambientale.

Le innovazioni introdotte rispondono alla necessità di migliorare ed intensificare la diffusione dell'applicazione del sistema di ecogestione. Esse sono state interamente recepite nella nuova versione del documento normativo europeo, il Regolamento CE n. 761/2001del Parlamento Europeo e del Consiglio del 19 marzo 2001 pubblicato su G.U.C.E. serie L n. 114 del 24 aprile 2001.

Vantaggi opportunità e costi per un'organizzazione che aderisce al regolamento EMAS

Aderire al regolamento CE n. 761/2001 e ottenere la registrazione EMAS implica, per un'organizzazione, da un lato il sostenimento di costi che sono intesi come investimenti per il miglioramento dell'efficienza dell'organizzazione, dall'altro l'ottenimento di vantaggi economici ed opportunità di mercato.

I costi che un'organizzazione dovrebbe sostenere, al fine di ottenere la registrazione EMAS, possono variare da una realtà all'altra, in funzione di diversi fattori quali, ad esempio, il livello di compatibilità ambientale sviluppata dall'organizzazione, la tipologia di attività produttiva o servizio che essa esercita.

In linea generale i costi caratterizzanti la procedura di registrazione EMAS si possono identificare nelle seguenti tipologie:

  • Costi per l'acquisto e manutenzione degli impianti per contenere le emissioni;
  • Costi per attività di ricerca per l'innovazione di processo e di prodotto;
  • Costi per la formazione del personale;
  • Costi per l'attività di consulenza sviluppata da terzi;
  • Quote da versare per la procedura amministrativa di registrazione dell'organizzazione.

I vantaggi derivanti dall'adesione al Regolamento EMAS sono di natura economico-finanziaria e amministrativa. Essi sono:

  • Riduzione di costi (efficienza economica) derivante dai potenziali di risparmio nel consumo di risorse: energia, acqua, produzione di rifiuti;
  • Vantaggi competitivi derivanti dalla maggiore compatibilità ambientale caratterizzante la gestione dell'organizzazione.La capacità di un'organizzazione di offrire al mercato un prodotto e/o servizio che integri, nei criteri di qualità, anche il rispetto dell'ambiente, sta divenendo un parametro di riferimento per l'orientamento e la scelta dei consumatori;
  • Riduzione del rischio di incidenti e di conseguenza la possibilità di diminuire i premi assicurativi;
  • Migliore immagine dell'organizzazione;
  • Migliore controllo dei processi produttivi;
  • Accesso a contratti di appalto e fornitura pubblici e privati.